Secondi i dati dell’istituto per l’epidemiologia per la sanità pubblica, in Italia il 42% delle diagnosi relative alle donne è proprio relativo al cancro al seno.

Sapevi che effettuare una autopalpazione del seno richiede meno del tempo che passi a controllare Instagram ogni mattina, leggere il giornale, bere una tazza di caffè o aspettare che una maschera di bellezza faccia effetto?

Sebbene la tecnica dell’autopalpazione non rilevi questa malattia da sola, è comunque una prima diagnosi e un ottimo modo per prevenire. Dunque perché non praticarla?

 

C’è un periodo migliore per fare l’autopalpazione del seno?

Otto giorni dopo il ciclo. Se non hai più il ciclo, scegli una data fissa per farlo ogni mese. Non sai come? Non preoccuparti. Ti invitiamo a dare un’occhiata a questa guida e potrai fare l’autopalpazione in maniera efficace e naturale.

 

Come fare l’autopalpazione?

Svestita fino alla vita, con le braccia abbassate e davanti a uno specchio, guarda attentamente il tuo seno e osserva cambiamenti come noduli o indurimento, aree cascanti o arrossate.

Ora, con le mani dietro la testa, identifica se ci sono fossette, concavità nella pelle o qualsiasi cambiamento nella superficie del seno. (Ruota delicatamente il tuo corpo da un lato all’altro) .

Metti le mani sui fianchi e tira con le braccia, portando i gomiti e le spalle in avanti. In questa posizione osserva possibili cambiamenti nella pelle o deviazioni del capezzolo. Poi palpa il ​​tuo seno.

Dall’ascella al capezzolo, palpa ogni seno con movimenti circolari per rilevare eventuali grumi o secrezioni dal capezzolo.

Vuoi farlo anche sotto la doccia? Meglio! Ripeti questi passaggi durante la doccia.

Puoi fare autopalpazione anche sdraiata sul letto. Posiziona il braccio del seno da esaminare dietro la testa e immagina il tuo seno diviso in quattro parti. Senti ogni area con movimenti circolari; dal bordo al capezzolo. Ripeti questo esercizio sull’altro seno.

Se non avverti nessun dolore o fastidio, e non percepisci alcun indurimento o nodulo al tatto, significa che non c’è nulla da approfondire. In caso contrario, contatta il tuo senologo Milano di fiducia per farti visitare e ricevere il suo parere.