Gli avvitatori pneumatici sono degli strumenti che servono fondamentalmente per avvitare e svitare bulloni e viti, e funzionano ad aria. Gli strumenti che offrono loro l’aria compressa di cui hanno bisogno sono i compressori industriali, e dunque gli avvitatori pneumatici funzionano senza necessità di corrente elettrica. In base alla frequenza di utilizzo che si prevede fare del dispositivo è possibile anche optare per i compressori industriali usati.

Questo li rende particolarmente adattabili anche per tutti quegli ambienti che sono umidi, nei quali è così possibile lavorare in sicurezza. La forma di un avvitatore pneumatico è più o meno quella di un normale trapano sebbene ci siano alcune caratteristiche che li differenziano.

Ad esempio la presenza di un riduttore di velocità, il quale consente al dispositivo di funzionare ad un numero di giri più basso, oppure la possibilità di andare a decidere quale debba essere il senso di rotazione.

In base alla necessità di avvitare o svitare infatti, è possibile selezionare una rotazione che sia in senso orario oppure antiorario. Grazie a questi utilissimi dispositivi è possibile velocizzare di parecchio i tempi di lavoro in cantiere, dato che hanno una grande forza che consente di svitare anche i bulloni più difficili, e soprattutto completare le operazioni di avvitamento e svitamento davvero in pochi secondi, davvero una grande differenza rispetto lo stesso tipo di operazione quando viene effettuata manualmente.

Certamente questo tipo di strumento è pensato appositamente per chi deve lavorare su mezzi pesanti o comunque lavorazioni di un certo tipo come quelle che vengono adoperate nei cantieri o all’interno di officine e industrie, le quali necessitano frequentemente di avvitare e svitare qualcosa.

Bisogna ricordare infine che è necessario gestire al meglio la forza che si va ad impostare, in quanto questo strumento è veramente potente e dunque una forza eccessiva può rischiare di andare a rovinare la filettatura che andrebbe a quel punto sostituita.