Hai mai sentito parlare della Centrale dei Rischi, nota anche come Cdr o CR? Non tutti la conoscono infatti, ma sapere cosa è e come funziona può essere molto importante per diverse situazioni che riguardano le proprie finanze, e non intendiamo esclusivamente l’accesso al credito.

L’importanza di conoscere la CR

Ricordiamo infatti, che privati ed aziende ricorrono proprio agli istituti di credito o bancari per ottenere il credito di cui hanno bisogno, e la nostra reputazione presso la Centrale dei Rischi è di fondamentale importanza per riuscire ad ottenere tale liquidità.

Le banche o gli istituti finanziari infatti, quando ricevono la richiesta di accesso al credito da parte di un cliente, vanno ad effettuare parecchi controlli prima di concederlo. Tra questi controlli vi è proprio la CR, la quale offre interessanti dati sulla situazione debitoria del richiedente il credito, inclusa l’iscrizione al registro dei cattivi pagatori.

Viene dunque effettuata una valutazione economica della solidità e dell’attendibilità finanziaria del richiedente l’accesso al credito, ovvero si ottengono delle informazioni aggiuntive che aiutano a capire se ci si trova di fronte ad un cattivo pagatore o meno, prima di poter prendere una decisione finale.

Un sistema sempre più adoperato

Questo tipo di sistema viene sempre più adoperato, anche da altri soggetti, per valutare se la controparte sia affidabile e dunque in grado di far fronte o meno al proprio debito nei tempi prestabiliti.

Per questo motivo conoscere la propria posizione all’interno della Centrale dei Rischi è fondamentale, per privati così come per aziende ed imprese.

Da notare infine, che è diversa la situazione nella quale ci sia un pignoramento di stipendio o casa: in tale evenienza questo tipo di informazione, come verificabile a questo indirizzo, non viene segnalata alla Centrale dei Rischi dato che si tratta di una procedura giudiziale svolta in segretezza.