Il nostro benessere durante i mesi estivi dipende in gran parte dal nostro sistema di aria condizionata. L’estate mette infatti alla prova la nostra tolleranza al caldo, ma  cosa guarderai per scegliere il tuo nuovo condizionatore In base a cosa sceglierai l’uno o l’altro modello? Le domande che seguono diventano cruciali.

Quali sistemi di aria condizionata esistono?

Qui la risposta è semplice perché puoi scegliere tra sole tre alternative:

  • Sistema a due unità:  è la soluzione la più diffusa e comune, con una unità interna (quella che si accende con il telecomando ed espelle l’aria fredda) e un’altra unità esterna (quella fuori casa, comunemente detto “motore”). Tra i vantaggi vi è la loro potenza ed efficienza, sia per fornire aria fredda che per riscaldare, e i modelli di condizionatori Daikin sono al momento il top sul mercato. Lo svantaggio è che il processo di installazione è più complicato rispetto le altre opzioni.
  • Condizionatore compatto o da finestra:  questa tipologia incorpora le due unità in un’unica struttura, solitamente di forma cubica (simile a un microonde gigante). Decenni fa questi erano i condizionatori d’aria più comuni (soprattutto negli edifici per uffici). La loro installazione è estremamente semplice, ma sono meno efficienti di quelli con due unità separate.
  • Condizionatore portatile:  si tratta di piccole torri con ruote che puoi spostare in casa secondo le tue esigenze. Non sono molto efficienti e hanno senso solo come soluzione rapida per il raffreddamento di piccoli ambienti (preferibilmente 20 metri quadrati o meno).

Dovrai decidere chiaramente in base alle tue necessità di climatizzazione, dalla più elementare (il condizionatore portatile) alla più evoluta (i modelli con in due unità), con la versione compatta come via di mezzo.